Diritto Commerciale

Assistiamo  i nostri clienti nella conclusione degli affari, aiutandoli a regolamentare i loro rapporti con clienti e fornitori mediante contratti “su misura” che tengano conto di tutte le particolarità di ogni specifica situazione.
Un buon contratto spesso consente di evitare una causa; e quando non è possibile evitarla, aiuta a vincerla!
Lo stesso concetto vale per il diritto societario, che del diritto commerciale è una branca specifica.
Uno statuto studiato ad hoc, al posto del solito standard copiato e incollato dai formulari, consente di prevenire le liti fra i soci; patti parasociali chiari e dettagliati possono evitare l’instabilità della governance e, in ogni caso, consentono una gestione molto più efficace dell’eventuale contenzioso.
Naturalmente, aiutiamo l’impresa anche nella fase del recupero del credito. Questa è una fase delicata, perché se ottenere un ordine di pagamento dal Tribunale è abbastanza semplice, trasformarlo in denaro spesso è difficile: si rischia che alla perdita del mancato incasso si aggiunga quella dei costi legali.
Il nostro approccio è diverso: la nostra analisi comincia dalla possibilità concreta di “monetizzare” e solo successivamente passiamo alla scelta del mezzo più efficace per  aggredire il debitore.
In definitiva, vogliamo che il nostro cliente paghi le nostre parcelle nella piena convinzione che ne sia valsa la pena perché abbiamo fatto la differenza.

Curiosità: il fondatore del diritto commerciale è considerato il giurista cinquecentesco anconitano Benvenuto Stracca, che nel 1553 pubblicò il De mercatura seu mercatore tractatus, con il quale per la prima volta il diritto commerciale venne considerato come un complesso di norme distinto sia dal diritto civile sia da quello canonico.

News dello studio

mag15

15/05/2019

Il procedimento monitorio nell'era della fattura elettronica: primi dubbi e alcuni spunti di riflessione

L'obbligatorietà della fattura elettronica anche negli scambi di beni o servizi tra operatori economici privati potrebbe avere delle conseguenze non previste dal legislatore anche nel processo